Itinerario di 3 giorni a Malta

I 3 mesi trascorsi sull’isola hanno fatto parte indubbiamente di una fase importante della mia vita e, scegliere cosa consigliarvi di vedere in 3 giorni a Malta, non è stato semplicissimo. Ovviamente in 3 giorni non riuscirete a vedere molto, soprattutto perché gli spostamenti non sono dei migliori, ma ho fatto in modo di organizzarvi un tour speciale, in modo da toccare sia punti conosciuti, sia quelli meno battuti e anche di salire a bordo di mezzi un po’ inconsueti.

Tramonto da Gaia Peace Grove

Trasporti a Malta

Prima di introdurvi verso l’itinerario di 3 giorni a Malta, ci tengo a parlarvi un po’ dei mezzi pubblici e su come spostarsi sull’isola. Considerate che credo sia uno dei pochi luoghi in Europa completamente visitabile con i bus. Non esistono metro, non esistono treni, ma i bus collegano letteralmente tutta l’isola. C’è anche da precisare che, per percorrere tutta l’isola da ovest a est o viceversa ci vogliono soltanto 2 ore, ma, nonostante ciò, vi ritroverete a trascorrere parecchio del vostro tempo sui mezzi. Il motivo è molto semplice, la maggior parte dei bus parte da La Valletta, dunque se per esempio siete in centro all’isola e volete raggiungere un punto della costa orientale, sarete costretti tornare a La Valletta e cambiare bus.

Abbonamento mezzi

Per rispondere alla domanda: “Dove posso acquistare i titoli di viaggio?“, bisogna aprire un paragrafo dedicato perché sono diverse le opzioni da valutare.

In primo luogo, esistono dei biglietti singoli, acquistabili direttamente sul bus con il bancomat o qualsiasi altra carta o contanti. Il prezzo di questo titolo è di 2 € e ha una durata di 2 ore, è infatti provvisto di un QR code, da passare ogni volta che si sale su un nuovo bus.

Ci sono infine diversi abbonamenti, da scegliere in base alle proprie necessità, ve li elenco di seguito:

  • Carnet da 12 biglietti al costo di 15 €
  • Explore Card , della durata di 7 giorni al costo di 21€
  • Explore Flex, una carta ricaricabile al costo di 6€ che permette di avere una riduzione sul costo di un singolo biglietto.

Personalmente, se starete solo 3 giorni, vi consiglio o la prima o l’ultima opzione.

Gli abbonamenti sono acquistabili in punti di rivendita, di cui vi lascio il link qui.

Dove dormire a Malta

Se si trascorrono solo 3 giorni a Malta, diventa di particolare importanza, la scelta del giusto alloggio. Sovente mi è stato chiesto consiglio su quale fosse la zona migliore dove soggiornare a Malta e la mia risposta è sempre la stessa: Sliema. Sliema è una delle cittadine più grosse dell’isola, fulcro dello shopping e del buon cibo, dista 15 minuti di bus da La Valletta e 20 minuti a piedi da San Julian (dove sorge Paceville, il centro della movida). Sliema inoltre ha un grosso porto da cui partono tutte le gite in barca dell’isola, comprese quelle per Gozo e Comino.

Io finora ho sempre alloggiato in ostelli, e mi sono sempre trovata bene. Un po’ per avere la comodità della cucina e un po’ perché, nonostante Sliema sia la scelta migliore a livello di comodità, non è di certo la scelta più economica.

Se deciderete di visitare l’isola in bus, Sliema è ottima per gli spostamenti, molti bus passano di qui e le corse sono molto più frequenti e meglio servite rispetto al resto dell’isola (seconda solo a La Valletta).

Vi lascio di seguito gli ostelli che ho frequentato finora:

Itinerario di 3 giorni a Malta: cosa vedere

Come anticipato nell’introduzione di questo articolo, ho cercato di stilare un itinerario affinché possiate ammirare le bellezze dell’isola in modo quasi completo, toccando i punti più suggestivi e caratterizzanti di Malta.

GIORNO 1

Partite alla scoperta dell’entroterra maltese, visitando come prima tappa del mattino la splendida porta della Mdina, la vecchia capitale. Mdina si trova infatti a Rabat e rappresenta il cuore pulsante sia della città in cui è collocata, che dell’intera isola. Vi troverete a visitare le mura di un’antica fortezza, tra vicoli stretti e suggestivi, panorami mozzafiato e tante porte e balconcini colorati. Se, inoltre, visiterete la zona tra giugno e luglio, vi incanterete davanti alla bellezza della fioritura di diverse piante rampicanti che fanno contrasto con il tipico colore giallo delle città maltesi. (Bus 51-52-53 da La Valletta)

La seconda tappa continua a calpestare le orme delle vecchie tradizioni dell’isola, facendovi scoprire un mestiere che ha rappresentato per anni l’isola di Malta: la pesca. La meta infatti che vi consiglio di raggiungere è Marsa Scirocco, denominata anche come il paese dei pescatori. Preparatevi ad ammirare un piccolo porto a cui sono attraccate barchette piccole, in legno e coloratissime. Consigliata la sosta pranzo a base di pesce con vista mare. Da qui, partono inoltre le escursioni per St. Peter’s Pool, le piscine naturali tra le più affascinanti dell’isola.

St. Peter’s Pool può essere dunque una terza tappa. Le escursioni durano circa 1 ora, ma, volendo potete fermarvi a trascorrere qualche ora nelle piscine naturali tra sunbathing e tuffi. L’escursione è acquistabile in loco ed è ampliamente contrattabile.

Passiamo infine alla quarta e ultima tappa della giornata: Marsa Scala. Una cittadina davvero carina, il suo punto forte è la vicinanza al mare ed un viale di palme che accompagna tutta la costa. Non posso dire che questa tappa sia da categorizzare come “luogo poco sconosciuto”, ma non vi stupite se non troverete turisti ma solo local. Tra l’altro, ricordo di aver mangiato una pizza napoletana davvero spettacolare qui, per un attimo mi ha fatta sentire a casa.

GIORNO 2

Iniziate la giornata visitando le tre città, una meta che tanti saltano se hanno poco tempo ma che, vi garantisco, non vi deluderà. Denominate Vittoriosa, Cospicua e Senglea, anche le tre città rappresentano un punto storico dell’isola. Qui troverete diverse testimonianze dell’era dei cavalieri, le città infatti erano punti di difesa e di accoglienza militare. Consiglio la visita all’interno del Forte di Sant’Angelo.

Da qui, trasferitevi poi verso La Valletta, che si trova esattamente di fronte alle tre città, ma non in bus, bensì a bordo di una gondola. Avete capito bene, una gondola, anzi, per essere corretti, il loro vero nome è dghajsa, ma non chiedetemi come si pronunci. Si tratta di una barchetta tipica maltese, dai colori sgargianti che vi trasporterà verso la capitale in circa una decina di minuti. La barchetta si prende da questo punto della città di Vittoriosa e arriva fino a qui. Il percorso si può fare ovviamente anche al contrario. Una volta giunti a La Valletta, dovrete poi salire sull’ascensore che vi porterà all’interno delle mura della capitale.

La Valletta è la capitale europea più piccola che io abbia mai visitato, pur percorrendo letteralmente ogni via e scovando ogni vicolo, impieghereste al massimo 3/4 ore a vederla tutta. Dunque potete vivervi questa città in tutto il suo splendore, permettendovi di passeggiare lentamente per cogliere ogni suo frammento. Vi segnalo due posticini della capitale, che per me sono davvero importanti: un belvedere immerso nel verde ed un bar situato in un punticino bellissimo dove scattare diverse foto.

Da La Valletta, parte poi un tour dell’isola molto interessante: la costa del nord. Abitando a Sliema, non ho mai considerato questa città come tappa di un eventuale itinerario, la realtà però è che è davvero carina, ha il suo pezzo di costa, i suoi vicoli incastonati tra i diversi edifici tipici maltesi e addirittura una zona portuale. Quello che dunque vi consiglio di fare è di Partire da la Valletta e di dirigervi verso Sliema, sono 20 minuti di bus circa. Da Sliema poi, grazie al bus 222 potrete facilmente raggiungere la Baia di San Paolo, un’altra città abbastanza grossa e con diversi scorci carini. Per intenderci, il famoso Cafè del Mar si trova proprio qui. La tratta di bus da Sliema a San Paolo è molto suggestiva perché si snoda lungo tutta la costa, io adoravo questo tragitto quando abitavo lì, cercavo infatti un posto vicino al finestrino e mi perdevo nei miei pensieri, osservando l’ambiente cambiare di volta in volta davanti a me.

Dopo una breve passeggiata per la Baia di San Paolo, andate alla ricerca della fermata del bus del 223 o del 225. Questi due bus portano entrambi ad un luogo che per me significa davvero molto: Għajn Tuffieħa. Si tratta di una baia dalla sabbia color oro, la costa alta e un mare celeste e a tratti cristallino. Ho osservato il mio primissimo tramonto sull’isola proprio da qui e non immagino al mondo luogo più bello. Sarò di parte ma, negli anni ho avuto la possibilità di far conoscere questo luogo a diversi miei amici e hanno tutti reagito allo stesso modo: “wow”. Consiglio di arrivare qui qualche ora prima del tramonto e, se è estate, di godervi l’ultimo bagno della giornata. Per gli amanti degli sport adrenalinici d’acqua, nella vicina Golden Bay, potrete praticare del parasailing e molto altro.

Consiglio un aperitivo o una cena al Singita, un ristornate a picco sul mare, situato proprio nella caletta di Tuffieha. Trovandovi in una zona remota dell’isola, consiglio di pianificare bene le tratte se dovrete spostarvi in bus, perché è probabile che dobbiate usare un taxi se tarderete oltre le 22.

GIORNO 3

Vi consiglio di dedicare la vostra terza giornata a Malta in una delle due isole situate a nord: Gozo e Comino. Una giornata intera per visitare Gozo di certo non vi basterà, se non vi spaventa la guida a destra potrete anche noleggiare un motorino e toccare almeno i punti principali. In ogni caso vi lascio una lista di luoghi a Gozo che meritano una visita e potrete fare una scelta in base ai vostri gusti.

  • finestra azzurra (anche se spezzata)
  • Santuario di Ta’ Pinu
  • Inland Sea
  • Cittadella
  • Baia di Xlendi
  • Qolla l-Bajda
  • Blue Hole
  • Valle di Ghasri

Diversamente, l’isola di Comino che ospita la Laguna Blu, nonché la “spiaggia” più bella di Malta, grazie alle sue sfumature celesti e cristalline, si riesce a visitare in una sola giornata e anche tutta a piedi. Ci sono diversi sentieri che portano a baie anche nascoste, grotte e punti panoramici.

Come raggiungere Gozo e Comino?

Se non volete perdervi nessuna delle due isole, esistono le gite organizzate di una giornata intera che vi portano sia a visitare Gozo che Comino. Questi tour partono di solito da Sliema e sono acquistabili in loco oppure online. Io vi lascio qui quella che ho acquistato io: Traghetto Gozo e Comino in un giorno (link affiliato).

Diversamente, potrete raggiungere il porto di Cirkewwa con un bus (si tratta della punta dell’isola). Da qui partono i traghetti di linea sia per passeggeri che per auto e moto, direzione Gozo, il biglietto è acquistabile direttamente al porto al costo di circa 6 euro a tratta . Qui vi lascio anche il sito dove trovate gli orari dei traghetti in tempo reale, la frequenza è di uno ogni 45 minuti e la traversata dura 25 minuti. Una volta giunti nel porto di Gozo o di Cirkewwa, troverete i traghetti privati per l’isola di Comino (considerate che è un’isoletta molto piccola e i traghetti di linea non possono attraccare, dunque potrete raggiungerla solo in questo modo).

Se non tornerete tardi dalla gita in barca, vi consiglio un luogo dove ammirare il tramonto. Si tratta di una scogliera a picco sul mare, con vista sul villaggio di braccio di ferro. Lo trovate qui.

Sarete a Malta per più di 3 giorni? I miei consigli

Se avete la possibilità di trascorrere più giorni su quest’isola, le attrazioni da vedere sono davvero tante, ma è pur sempre un’isola che ad attraversarla tutta impiegherete solo 2 ore. Dunque ecco i punti che secondo me potete aggiungere al vostro itinerario (oltre a quelli già accennati nei paragrafi precedenti):

  • Le catacombe di San Paolo
  • Musta
  • Gita a Blue Grotto
  • Coste alte di Dingli 
  • Paradise Bay
  • Coral lagoon
  • Ħaġar Qim Temples
  • Marsascala

Spero che questo mio itinerario di 3 giorni a Malta vi sia utile, se avete domande, non esitate a scrivermi.

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Noemi Nieddu

Noemi Nieddu

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi post