Organizzare un viaggio da Stoccolma alle Isole Lofoten in Van

4000 Km, 3 stati e 2 stagioni: il viaggio da Stoccolma alle Isole Lofoten in van è stato l’on the road più spettacolare di sempre. Anticipando ciò che state pensando, no, non abbiamo ferie illimitate purtroppo, dunque anche in questo caso è stato il nostro viaggio “estivo” di 15 giorni. Estivo per modo di dire, dato che man mano che salivamo verso nord, i paesaggi si coloravano sempre più di arancio, regalandoci un foliage tipico di metà novembre, già a metà settembre. 

Ammetto che non è stato semplicissimo far quadrare tutto in un’organizzazione perfetta, ci sono volute settimane di serate passate al computer, ma alla fine ne è valsa la pena. Per semplificare a voi il tutto ecco 5 passi fondamentali per ottimizzare i tempi e partire super preparati

Passo 1: noleggiare il van

Una delle prime cose da fare è senza dubbio trovare la compagnia di noleggio van adatta per questo viaggio. 

  • Dovrete fare tanti Km, dunque il noleggio deve essere a chilometraggio illimitato
  • La compagnia deve potervi permettere di attraversare diversi stati, perché partirete dalla Svezia e arriverete in Norvegia (noi siamo anche passati a fare un saluto alla Finlandia ma questo è contenuto per un altro articolo)
  • Il van deve avere le gomme invernali o la possibilità di mettere le catene, se viaggerete a settembre/ottobre vi serviranno.
  • Il noleggio deve garantirvi la possibilità di stipulare un’assicurazione TOTALE sul van, evitando così il rischio di incorrere in sanzioni e pagamenti elevati qualora succedesse qualcosa per strada. Non voglio assolutamente portarvi sfiga, nel tratto da Stoccolma alle isole Lofoten, potrebbero attraversare la strada renne, o peggio ancora, alci senza che ve ne rendiate conto. 
  • Assicuratevi che il van abbia tutto l’occorrente per farvi viaggiare il più comodi possibile: lenzuola cuscini e coperte, di modo che non dobbiate portarveli da casa e occupare spazio inutile nella valigia, tutte le stoviglie e soprattutto un bagno. Quest’ultimo davvero importante perché possiate parcheggiarvi letteralmente ovunque e gratuitamente senza dover per forza cercare un campo attrezzato con bagni e docce (molto più caro e soprattutto più scomodo con 2 gradi esterni).

Se può esservi d’aiuto, noi abbiamo noleggiato con Roadsurfer, compagnia che copre tutte queste caratteristiche. Unica pecca è che la sede del noleggio non si trova vicino agli aeroporti e nemmeno in centro a Stoccolma. Si trova esattamente qui. Potrete raggiungerla con un taxi o, come abbiamo fatto noi, con i mezzi pubblici scaricandovi l’app SL dei mezzi di trasporto di tutta Stoccolma. (Il viaggio è di circa 2 ore dall’aeroporto: 1 ora per raggiungere il centro di Stoccolma e 1 ora di treno dal centro città fino al paesino dove è situata la compagnia di noleggio.

Posso 2: voli e bagagli

In un articolo dedicato, ho messo per iscritto tutto ciò che ho messo nello zaino prevedendo un viaggio estivo/autunnale da Stoccolma alle Isole Lofoten, dunque se volete info o consigli in più vi rimando lì. Vi sconsiglio invece al 100% di partire con la valigia, in van non c’è un bagagliaio enorme e se lo occuperete con le valigie non sarete per nulla comodi. Meglio portar con voi degli zaini da 50/60 litri che potete svuotare una volta a bordo del van. Partire leggeri, vi consentirà inoltre di spendere decisamente meno sul volo. Stoccolma è infatti collegata con l’Italia grazie alle principali compagnie aeree low cost, cosa che vi permetterà di spendere davvero poco. Noi avevamo speso 50 euro a tratta a testa con 1 bagaglio ciascuno. 

Passo 3: riforniremo cibo 

In queste righe vi svelo un piccolo errore che secondo me potevamo evitare di fare. Noi, infatti, traumatizzati dagli elevati costi della vita del nord Europa, abbiamo deciso di partire dall’Italia con un bagaglio un po’ più grosso per portar con noi degli alimenti dall’Italia. Ecco, tutto bellissimo, fino a che non ci siamo resi conto che ormai, vedendo l’aumento dei prezzi degli alimentari in Italia, i due stati quasi si allineano. Tralasciando il fatto che la cosa sia preoccupante, quello che vi consiglio è di risparmiare i soldi sul bagaglio e di fare la spesa alla lidl a Stoccolma prima di iniziare il vostro viaggio, tanto i prezzi sono pressoché simili o comunque un pelo più alti. Il van è provvisto anche di un piccolo frigo e di un mini frizzer, dunque potete anche mangiare sano, comprando non solo la solita pasta, sughi pronti e scatolame vario, ma anche un po’ di verdura fresca.

Piccolo consiglio: unica cosa che porterei da casa sono gli stracci per lavare il van o asciugare le stoviglie, perchè purtroppo il van non ne è provvisto. 

Passo 4: scaricate le app essenziali 

Park4night: quest’applicazione è utilissima per trovare le aree in cui dormire o dove scaricare caricare le acque del van. Nell’app potrete inoltre scoprire quali sono i campeggi a pagamento e quali non, le aree in cui potete sostare anche la notte e quelle in cui potrete solo di giorno. I parcheggi gratuiti e quelli a pagamento (con annesso il costo orario), insomma, potrete organizzare tutti i vostri spostamenti nei minimi dettagli oppure partire senza nulla di organizzato e cercare strada facendo (come abbiamo fatto noi). 

Epass24: applicazione necessaria per poter pagare i pedaggi stradali in Norvegia. In Svezia non ne avrete mai bisogno, ma in Norvegia sono diversi i ponti o le gallerie a pagamento. Come si paga dunque? Semplicemente inserendo i dati del vostro viaggio e i vostri dati bancari sull’app appena prima di partire. A distanza di settimane/un mesetto, l’app detrarrà dalla vostra carta i soldi necessari.

Passo 5: assicurarsi di avere tutti i documenti giusti

Per guidare un van in Scandinavia, vi basterà avere la vostra patente di guida italiana non scaduta, non necessitate dunque di richiedere quella internazionale. Non avete bisogno di alcun visto e nemmeno del passaporto. Assicuratevi di avere la carta d’identità in corso di validità e sarete a posto. Altro documento necessario è l’assicurazione medico sanitario. Si, è vero, sarete in Europa, ma questo non abbassa, purtroppo, il rischio che accadano cose spiacevoli. Nonostante la nostra tessera sanitaria valga, avere un’assicurazione vi permetterà di non incorrere a nessuna spesa e, soprattutto, di essere assistiti nell’immediato, h24 da un operatore che parla italiano. Io la stipulo da anni con Heymondo.

Da Stoccolma alle isole Lofoten: quanto budget prevedere

Non conosco minimamente il vostro modo di viaggiare, ma essendo appordati su un articolo che parla di un viaggio in van da Stoccolma alle isole Lofoten, penso che abbiate in cuor vostro un po’ di spirito di avventura e di adattamento. Ecco, se questo è il vostro caso, potete star pur certi che se non volete spender tanto, il modo lo troverete. Noi abbiamo speso circa 2400 euro per 2 persone per l’intero viaggio, suddivisi nel seguente modo:

  • 800 euro di benzina
  • 1100 euro di noleggio van
  • 200 euro in cibo/spesa
  • 200 euro di voli
  • 30 euro di pedaggi
  • 40 euro di visite
  • restanti per spese personali extra viaggio

Spero che questo articolo su come organizzare un viaggio in van da Stoccolma alle Isole Lofoten vi sia d’aiuto per il vostro prossimo viaggio! Ovviamente scrivetemi (anche su Instagram), per qualsiasi dubbio o anche solo per raccontarmi com’è andata!

Al prossimo articolo!
Noe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Noemi Nieddu

Noemi Nieddu

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi post